Home » Blog » Perchè infrangere le regole paga nel lavoro

Perchè infrangere le regole paga nel lavoro

Condividi

Quando pensiamo ai ribelli , il più delle volte pensiamo a persone anticonformiste e piantagrane, insomma , i soliti bastian contrari pronti sempre a creare caos e scompiglio :detto francamente ,in molti casi questo corrisponde a realtà .

Esistono però anche  “ribelli efficaci” ovvero persone che infrangono le regole in modi positivi e produttivi .

Sono coloro che rifuggono la routine e sfidano lo status quo per cambiare il mondo in meglio con le loro prospettive non convenzionali.

Questa la tesi alla base del libro di Francesca Gino, docente dell’Harvard Business School e autrice di Talento ribelle. Perché infrangere le regole paga (nel lavoro e nella vita).

Essere ribelle significa combattere gli impulsi che ci vengono in modo naturale per via della nostra natura umana – gli impulsi verso tutto ciò che è comodo e familiare.

Coviamo il desiderio innato di essere accettati dagli altri e quindi ci conformiamo di continuo alle loro opinioni, alle loro preferenze e ai loro comportamenti. Difficilmente mettiamo in discussione lo status quo.

Tendiamo anzi ad accettare i ruoli sociali esistenti e a cadere preda di pregiudizi inconsci come gli stereotipi.

                                                                                         Francesca Gino

Routine e norme consolidate alla lunga si rivelano dannose per la nostra creatività : che fare allora ?

Semplice ..ribellarsi, preferire il dubbio alla certezza, mettere in discussione il punto di vista della maggioranza: in una parola , osare!

La ribellione è un processo generativo,utile ad innescare  quell’ innovazione tanto cercata dalle organizzazioni moderne .

Infrangere le regole serve a sviluppare  la creatività,l’abilità oggi ritenuta più importante per i leader come evidenziato da uno  studio IBM .

In un mondo  sempre più complesso e in continua trasformazione,  i migliori manager sono coloro  che promuovono l’innovazione , incoraggiano gli altri ad abbandonare approcci obsoleti e ad assumere rischi ponderati.

Insomma , il futuro secondo la Gino, appartiene ai ribelli perché “rompere le regole” aiuta a valorizzare le diversità , consente di creare relazioni più autentiche e cercare sempre l’aspetto innovativo delle cose .

Infrangere le regole paga tanto nel lavoro che nella vita privata .

La ribellione – sostiene l’autrice – “costituisce un valore aggiunto anche al di là del contesto di lavoro: è il trampolino verso un’esistenza più vitale, impegnata e appagante ” .

Se ti stai chiedendo in che modo si sviluppa il talento ribelle, ecco a te otto consigli che la stessa autrice dispensa nel suo libro:

1.      Cercate la novità

2.      Incoraggiate il dissenso costruttivo

3.      Aprite le conversazioni, non chiudetele

4.      Rivelatevi – e riflettete

5.      Imparate tutto e poi dimenticatelo

6.      Trovate la libertà nei limiti

7.      Guidate dalla trincea

8.      Incoraggiate gli incidenti fortuiti

 

Se vuoi saperne di più , oltre a leggere il libro ti consiglio il sito  https://www.rebeltalents.org/the-rebel-test dove, compilando il test online puoi scoprire il tuo stile di ribellione: viaggiatore, scalatore, pirata, guardia.

Se ti va, fammi sapere come è andata!


CATEGORIE:

Blog

TAG:


Pina Sabatino

Con il mio lavoro aiuto persone e organizzazioni a raggiungere elevati livelli di performance per conseguire risultati eccellenti . Mi occupo di coaching (individuale e di gruppo ) , sviluppo manageriale e formazione interculturale in Italia e all’estero.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Condividi questo articolo

Invia questo articolo ad un amico

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione mediante cookie, nel rispetto della tua privacy e dei tuoi dati. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi